51° STORMO - Regia Aeronautica

 

(prima dell'8 Settembre 1943)

51° STORMO - Regia Aeronautica

 

(before September 8, 1943)

  

 

 

  

  

  

Il Gatto Nero del 51° Stormo sulla deriva di un Fiat G.50 Bis 

del 20° Gruppo Autonomo CT in Libia nel 1941

  

The Black cat of 51° Stromo on the tail of a Fiat G.50 bis of 

20° Fighter Group in Libya, 1941

  

(Source: Foto A.M.)

 

 

 

  

Un FIAT G. 50 del 20° Gruppo, in una foto presa in Nord Africa nel 1940, dove il 20° Gruppo fu mandato in fretta e furia al rientro dalla missione in Belgio. L'aereo è conciato male, ma si vede chiaramente il gatto Nero sulla deriva.

  

A Fiat G.50 of 20° Gruppo, who was rushed to North Africa after the mission in Belgium. The plane is battered , but still displays the Black cat of 51° Stormo on his tail.

  

(Source: Imperial War Museum)

 

 

 

  

Macchi c.202. Probabilmente l’aereo (378-1) del Ten. Pil. Giuseppe  Scarinici, 378a Squadriglia, 155° Gruppo, 51° Stormo, 1942. La colorazione è quella “metropolitana” a tre toni,  caratteristica dei reparti schierati a difesa del suolo nazionale.

  

Macchi c.202. (378-1) probably belonging to Ten. Pil. Giuseppe Scarnici, 387a Squadriglia, 155° Gruppo, 51° Stormo, 1942. Painting reflects the “metropolitan” camouflage on 3 colours of the Regia Aeronautica planes of the national defence.

  

(Source: G.Apostolo Aerei d'Italia - Macchi C. 202 -

 Bancarella Aeronautica - Torino 1995)

 

  

  

  

 

Una  immagine dei Macchi C.202 della 360° Squadriglia, 155°  Gruppo Caccia CT, 51° Stormo, fotografati a Pantelleria nel 1942. 

  

A Picture of Macchi C.202, 360° Squadriglia, 155° Gruppo Caccia CT, 51° Stormo, Picture take at Pantelleria June 1942. 

  

(Source: SMAM –  Emiliani, G.F. Gergo, A.Vigna -Regia Aeronautica: settore mediterraneo - ed Intergest, 1976)

 

 

 

 

 

 

Una bella foto di un Macchi C.205 fotografato a Monserrato nell'Estate del 1943. Secondo la didascalia della stessa foto che appare sul volume di Bussi "Pantere", potebbe trattarsi del velivolo del Ten. martinelli, Comandante del Reparto. Sul muso è visibile la scritta "Cigala Fulgosi" (l'omaggio fatto dai piloti del reparto ad un collega caduto) e sul carrello si vedono i gradi di capitano. Potrebbe trattarsi del MM 92160, l'unico C.205 Serie III in carico alla 360a Squadriglia nel Dicembre 1943

  

A picture of a Macchi C.205 serie III, belonging to 360a Squadriglia, 155° Gruppo.  Picture taken at Monserrato Airfield, Summer 1943. This is probably the plane of Tenente Martinelli, C.O. of 360a Squadriglia. On the nose is ritten the name "Cigala Fulgosi", a comrade shot down on June 11th, 1943.

  

(Source: Foto Archivio Paravicini via Manlio Palmieri)

 

 

 

 

 

Particolare di Macchi C.205 serie I, scattaa a Monserrato  nell'Estate del 1943.

In questa foto è ben visibile la scritta "Cigala Fulgosi" sul muso. La scritta fu adottata da tutti i piloti della 360a Squadriglia dopo l'abbattimento di  "Dodo" Cigala Fulgosi, caduto l'11 Giugno 1943.  I fatti sono narrati nel bellissimo libro "Pilota da Caccia" (ed. Mursia) , scritto da Pierpaolo Paravicini, che è anche l'autore delle due foto qui sopra. Ne riportiamo quindi un breve brano qui di seguito

«Dodo è morto in un’azione che tutti volevamo fare, la caccia al Marauder: un ricognitore americano che tutti i giorni, sul tardo pomeriggio, ispeziona a bassissima quota le coste della Sardegna… Appena suona l’allarme d’avvistamento del Marauder vi è tra noi una gara per convincere il capo turno su chi deve decollare. Di prepotenza Dodo, il ten. Cigala Fulgosi, è decollato con il serg. Gastone Fattoretto, ottimo pilota, nonché ottimo tiratore. Ecco dopo mezz’ora rientrare solo Fattoretto. Ci guardiamo in faccia, convinti che tra qualche istante appaia l’aeroplano di Dodo, invece niente. Gastone arriva, si arresta al suo posto e, lentamente, discende dall’aeroplano. Corriamo verso di lui, fa subito il pollice verso, segno di abbattimento. Non ha molte spiegazioni. Durante il primo attacco Dodo si è infilato in mare in coda al Marauder che volava a qualche metro sull’acqua a poche miglia a sud di Capo Carbonara Molti i tentativi di spiegare questa disgrazia. Dodo era un pilota molto esperto, aveva al suo attivo decine di combattimenti su Malta ed era un pilota eccezionale, per di più aveva molta esperienza in diversi combattimenti sul mare a bassa quota. Può darsi che sia stato colpito dal mitragliere americano. È l’11 giugno 1943».

Particular of the nose of a Macchi C.205 serie I, belonging to 360a Squadriglia, 155° Gruppo.  Picture taken at Monserrato Airfield, Summer 1943. The name "Cigala Fulgosi" was painted on all the planes after Tenente Dodo Cigala Fulgosi was shot down by a Marauder on June 11th, 1943.

  

(Source: Foto Archivio Paravicini via Manlio Palmieri)

 

 

 

 

 

Un Macchi C.202 della 352a Squadriglia, 51° Stormo

  

 Macchi C.202 of 352a Squadriglia, 51° Stormo

  

(Source: Archivio 51° Stormo AMI)

 

 

 

   

 

 

Gli specialisti di terra al lavoro su un Macchi 205 C, 1943.  Si tratta di una foto scattata prima dell'8 Settembre: l'ogiva dell'elica, infatti, è ancora bianca.

  

Ground Crew at work on a  Macchi 205 C, 1943. The picture was taken before September 1943:  in fact the plane propeller is still white. Later on it was painted the same colour as the fuselage.

  

 (Pic Source: S.M.A.)

 

 

 

 

 

 

Primavera 1943: un Macchi C.202 in rullaggio. Si notino gli  specialisti di terra seduti sulle ali per dare indicazioni al pilota

  

Spring 1943: a Macchi C.202 taxiing with ground crew seated on the wings, giving directions to the pilot.

  

 (Pic Source: S.M.A.)

 

 

 

 

 

Il Macchi  numero 360-3 (MM9291) fu uno dei primi  C.205 prima serie (senza cannoni alari) prima serie arrivati a  Capoterra (Sardegna) e consegnati alla  360a Squadriglia, 51° Stormo, Estate 1943

 

The Macchi 360-3 (MM9291) was one of the earliest C.20 series I, without wing cannons, given to No.360 Squadron,  51° Stormo,  at Capoterra (Sardinia), summer 1943

 

(Source: AAA - Aviatori Milanesi in Guerra - Ed. GAE)

 

 

 

 

 

Macchi C.202 della 360a Squadriglia, 155° Gruppo, in volo.

Fonte, data e luogo della fotografia sconosciuto

  

A flight of Macchi C.202 belonging to 360a Squadriglia, 155° Gruppo.

Datae, location, and source of the picture unkenown

  

 (Pic Source: Unknown)

 

 

 

 

 

Un Macchi c.202 appartenente alla 360a Squadriglia del 155° Gruppo, 51° Stormo,  Sardegna, estate 1943

  

A Macchi C.202, belonging to 360 Squadron, 155th Fighter Group, 51° Stormo, Sardinia, Estate 1943

  

 (Pic Source:Bundesarkiv)

 

 

 

 

 

 

Il cimitero dei caduti del 51° Stormo a Capoterra (Sardegna)

 

The War Cemetery of 51° Stormo at Capoterra (Sardinia), 1943

 

(Source: AAA - Aviatori Milanesi in Guerra - Ed. GAE)

 

 

 

 

 

 

 

Un solitario c.205 del 20° Gruppo, 51° Stormo,  in una rara foto a colori, scattata a Capoterra (Sardegna), nell’estate del 1943. 

  

A lonely Macchi c.205, 20° Gruppo, 51° Stormo,  in a rare colur picture taken at Capoterra (Sardegna), summer 1943 

      

(Source: - PRIMA FOTO: Nei Cieli di Guerra - Wings of Italy - 

La Regia Aeronautica a Colori 1940-45 -  GAE, 1998 

SECONDA FOTO: Archivio D'Amico Valentini)

 

 

 

 

 

  

 

 

Il prototipo del FIAT G.55 Centauro pronto per la consegna, ancora  privo di contrassegni. Questo primo velivolo,  un esemplare della prima sottoserie 0 (MM.91058), fu Inizialmente assegnato al del 51° Stormo, e preso in carico dalla 353a Suadriglia del XX Gruppo.  Il 21 marzo 1943 e con questo aereo il Maggiore Riccardo Roveda (comandante del XX) compi alcune missioni  d’allarme decollando da Capoterra, in Sardegna. In seguito, nel settembre 1943,  fu incorporato nella Luftwaffe,  e poi passato alla ANR.

 

The prototype of the Fiat G.55 Centauro, still without markings, ready to be delivered to fighter units. This plane, MM91058, was initially assigned to

353a Squadriglia, XX Gruppo, 51° Stormo. Major Giuseppe Roveda, C.O. of XX Gruppo, took it on the battele taking of in scramble. After September 8th, 1943,  the plane was taken by The Luftwaffe, and lately assigned to ANR, Squadriglia Monefusco.-Bonnet

 

(Source: www.finn.it/regia/)