2° MEETING NON VIRTUALE DEL 51° STORMO EAF 

Sabato 7 Settembre 2002

 Manifestazione Aerea   MAP 2002  Aero Club Gaspare Bolla  (Parma)

Il nostro meeting ha inizio cosi.......(farneticazioni scritte di getto!!)

Dai quattro punti geografici d'Italia, i nostri intrepidi (che poi saremo noi!!) partono dalle loro case, per affrontare l'ignota missione che è stata pianificata da tempo, dagli esperti dell'intelligence (Chip e Wolf), con la supervisione del Comandante Bear, ed il supporto dell'esperto Gufo, nativo del luogo

Questa volta, a differenza dell'altra, alcuni piloti portano anche un co-pilota (moglie) ed in un caso, anche un mitragliere di coda (figlia), pertanto sanno che dovranno essere più cauti del solito, nell'affrontare i pericoli sconosciuti, e forti e convinti dalle parole pronunciate dal loro comandante "Non vi garantisco che ritorneremo tutti vivi, ma vi riporterò tutti a casa ", affrontano la missione eroicamente, sino al primo waypoint, ETA tra le 11.00 e le 12.00 CET  presso lo stand della RIVISTA AERONAUTICA!!

Fatte le presentazioni del caso, visto che si sono aggregati alla missione anche FTV-Solo, che non era solo, infatti è venuto in macchina con Quackgel (Cudgel) della 209 Sq.Papere Pazze, in seguito, si sono aggiunti anche Jackmall e Blitz della 209 PP con i loro co-piloti. (benvenuti ragazzi!!)

Ristorati dalle razioni d'emergenza, il pattuglione si lasciava alle spalle il secondo waypoint e raggiungeva finalmente l'obiettivo, prendendo possesso di una confortevolissima striscia d'erba, sotto un sole parzialmente nascosto dalle nuvole, in attesa dell'inizio della manifestazione, che non si faceva attendere molto!!

Il MAP 2002 aveva inizio.....

e nessuno se ne è accorto!!!! Infatti il programma non era dei più eclatanti (confrontata con la giornata Azzurra di Ghedi), ma in ogni caso,ci siamo fatti riconoscere subito, infatti, citando le parole del nostro comandante, "Abbiamo fatto un casino indiavolato, del resto del tutto identico al Radio Caos del 51° Stormo, ormai noto in tutta la rete. Durante l'Air Show i nostri commenti ad alta voce hanno generato occhiate stranite da parte di quelli vicini a noi..."

In seguito, abbiamo gustato con un pizzico d'emozione (i piloti sono esseri dal sangue di ghiaccio e avvezzi a tutte le esperienze!! E quella lacrima che spuntava sotto gli occhiali da sole, erano moscerini!!) l'esibizione delle FRECCE TRICOLORI (no Solo, non eri tu con i tuoi compagni di squadra, erano quelli VERI!!)

Alla fine dello Show, si raggruppavano (come solo loro sanno fare nei cieli virtuali), andando in breve dispersi in piccoli gruppi, sino alle loro auto, per raggiungere l'hotel, questa volta, degno di tale nome, senza distributori automatici e "hostess" nella hall...

Rinfrancati da una rapida doccia e indossata l'uniforme di gala, i piloti con al seguito le loro Signore (chi le aveva!), raggiungevano il ristorante, pregustando la cena degna della loro fama (o fame...bah!?!?), li, fortunatamente con la bocca impegnata a deliziarsi delle specialità del luogo, non parlavano più di tanto di tattiche di volo, computer, ACM, e simulatori, tanto loro sapevano che non sarebbe finita lì!!!    Infatti.......

con sincero stupore, trasformatosi rapidamente in sgomento, le Signore, al termine della cena,  assistevano alle esternazioni di tutti i piloti, nella bellissima piazza Garibaldi, ed in particolar modo, un plauso particolare, va ancora al nostro Max, che nonostante l'orario mattutino (erano ormai le 2 a.m..!!) continuava le esternazioni, ormai passate al grado di farneticazioni, grazie alle abbondanti libagioni, accompagnate da vino, birra e quant'altro d'alcolico trovava!!! (ormai vedeva le apparizioni del Comandante Niclot Doglio e del fido Tarantola di fianco al monumento di Garibaldi!!)

Il nostro intrepido comandante, a malincuore ci lasciava verso le 24, per raggiungere la sua base di partenza, per affrontare il giorno seguente un'altra missione importantissima, lasciandoci al nostro destino, ormai cotti dalla giornata trascorsa. Finalmente (e parlo per me!), all'alba (quasi) delle 3 a.m. i superstiti raggiungevano l'hotel, dove si esibivano nei riti notturni del 51°, una solenne russata, pratica di cui eccellono il Comandante in seconda Italo e l'ufficiale Siggy!! Atri invece, si esibivano in pratiche ed in riti propiziatori che non si possono menzionare per decenza......(e chi ha orecchie per intendere intenda...  )

Sorvolo su i fatti del giorno dopo, infatti ero ancora in stato di trance, stato che si trasformava in pre-coma durante il corso della giornata, rammentandomi che comincio ad essere troppo vecchio per queste cose!! In ogni caso, con un rapido giro di messaggi, tutti gli equipaggi, presto o tardi, raggiungevano tutti, sani e salvi la loro destinazione d'origine! L'ultimo ad atterrare (anche fisicamente!!) in terra di Sicilia, è stato del mitico Marin, a cui va il nostro ringraziamento per averci fatto assaggiare quell'eccezionale cioccolato artigianale!!

Per chiudere, riporto un post di ringraziamento, scritto da me sul forum del 51°

"Mi sto riprendendo solo ora dal week-end in vostra compagnia, anch’io ringrazio tutti per la bella esperienza, solo che se ne facessimo quattro o cinque all’anno, la mia vita si accorcerebbe notevolmente!! 

Noto con piacere che la moglie del nostro comandante, nonostante tutto ci parla ancora!! Spero anche le altre…Naturalmente, non le avete messe al corrente di quello che sarebbero andare incontro (ma tanto non ci avrebbero creduto!!), certo che campi di barbabietole, sole cocente, una banda di pazzi che parlano sempre d’aerei, con la maturità di ragazzini che passano il loro tempo libero a giocare con il pc, non l’avrebbero immaginato mai!!! 

Certe cose bisogna provarle!! 

In questo contesto, mi sento di proporle ufficialmente per una menzione speciale, con tanto di medaglia virtuale (e se non c’è, ne coniamo una!! ), per lo spirito di sopportazione ed abnegazione nei confronti dei loro consorti, ed adesso che ci hanno conosciuto di persona, anche nei nostri!!!

Così, quando sentiranno i loro mariti parlare di “chek six, vira che ti copro io, o altro”, a tizi che si chiamano “Bear, Chip, Wolf, o altri nick strani”, non li prenderanno per adolescenti immaturi, ma sapranno di avere dall’altro capo del PC, un'altra donna, appoggiata allo stipite della porta, che scuote il capo con rassegnazione, proprio come lei!!!

Quindi, ringrazio loro, perché senza la loro pazienza, messa a dura prova da noi, tutto questo, non sarebbe possibile!!!! (e fateglielo sapere!!!!)"

Scusatemi della lunghezza del commento, ma quando mi prende l'ispirazione..... 

Alla prossima..... ho sentito proporre una tre giorni tre a Parigi, in occasione del Salone di Le Borget!!!! Sarà vero???

Preparatevi!!! (ma sopratutto le vostre mogli!!!... Sante!)

Con amicizia Chip_EAF51

Dedicato a chi non c'era!!

Le nostre foto  (grazie a Franz, Mr.No e Chip)